Connettiti con Noi

L’alimentazione nel cane anziano

Alimentazione cane anziano

AMICI DI CASA

L’alimentazione nel cane anziano

Al giorno d’oggi, come per gli esseri umani, l’aspettativa di vita anche per i cani è aumentata, grazie a vari fattori, tra cui quello dell’alimentazione.

Sono, infatti, migliorate le condizione di vita, l’alimentazione e le cure mediche di cui possono beneficiare.

L’invecchiamento è un complesso processo biologico che rende più vulnerabili, meno attivi, più soggetti a disidratazione, perdita di udito e vista, minor tono muscolare, ed è così per tutti, per noi e i nostri amati quattrozampe. Con l’avanzare dell’età si è meno reattivi, si hanno bisogni diversi, si tende a essere più abitudinari e a stressarsi con più facilità. E l’alimentazione per il cane anziano diventa un punto cardine .

Il nostro amico avrà meno voglia di giocare, avrà meno capacità di termoregolarsi e di conseguenza tenderà a soffrire di più gli sbalzi termici e sentirà più freddo nelle giornate invernali. Non avrà più tanta voglia di correre al parco e i cuccioli effervescenti che gli saltano tutt’intorno gli daranno fastidio. Tenderà ad avere un andamento più lento e gli piacerà sonnecchiare più a lungo su un morbido cuscino. L’alimentazione sana ed equilibrata, dunque, è molto importante per il suo benessere.

Pian piano, il nostro amico animale perderà anche la piena capacità olfattiva, visiva e uditiva. Magari non si avventerà più sul cibo, come prima.

Nei cani sappiamo, inoltre, che l’invecchiamento è strettamente legato alle dimensioni. I cani di taglia grande e gigante vivono meno rispetto a quelli di taglia media e piccola. Altri fattori che influenzano la vita del cane sono genetici, ambientali e nutrizionali.

Alla luce di queste considerazioni ci sono 4 semplici suggerimenti che posso darvi:

1) il cibo deve essere altamente digeribile e appetibile. Vanno evitati snack troppo calorici, cibi troppo grassi o con un contenuto di proteine troppo alto. L’acqua fresca dovrà essere sempre a disposizione in una ciotola ben pulita e posizionata nello stesso posto.

2) Attenzione alle quantità di cibo: non è più un cucciolo che deve crescere e nemmeno un cane adulto pieno di energia. Cercate di rispettare gli orari dei pasti così come quelli della passeggiata, questa regolarità sarà per lui una sicurezza.
3) Se il vostro cane ha problemi con la masticazione delle crocchette, perché magari ha perso i denti, somministrateli del buon cibo umido, come il pâté, sicuramente più morbido e che potrà anche leccare. Controllate che sia completo da un punto di vista nutrizionale. In commercio, si trovano sia i completi, sia i complementari, quest’ultimi da soli non bastano, sono i cosiddetti 100% tonno, pollo, ecc., ossia i monoproteici.
4) Ricordatevi di suddividere la sua razione alimentare in 2 o 3 pasti nell’arco la giornata, evitando così sovraccarichi alimentari.

E, per finire, l’ingrediente da aggiungere sempre è il vostro amore!

Continua a leggere
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

più ricercati

category

To Top